plin

E mentre il re veniva fatto fuori con un asso, lontano, al fronte, altri re si facevano fuori a vicenda mediante i propri sudditi.
Il buon soldato Scvèik-Jaroslav Hašek

E’ tornata la stagione delle mosche.
E con loro son tornate anche le rondini.
Maggio lo vedo molto, troppo denso.
Stringi i denti e digrignali che scarichi, che l’avorio è come la messa a terra.
Il Gould con la sua interpretazione de "Le variazioni Goldberg", mi tiene sereno come un Buddha.

Advertisements
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

5 Responses to plin

  1. NEAox says:

    se penso a maggio mi viene da svenire…sarà che iniziano i raccolti ma a me sembra sempre di seminare ad oltranza.
    baci cheo, spero tutto bene

  2. anonimo says:

    baricco? city?

  3. cheo says:

    Mi dispiace anonimo, ma di Baricco ho letto solo seta, oceano mare e castelli di rabbia, quindi non capisco il riferimento a city…

  4. anonimo says:

    gould e’ il protagonista di city… ciao funebre

  5. cheo says:

    ah, figo, non sapevo proprio…ci rifletterò…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s