turismo insostenibile

Cercherò di scrivere questo post descrivendo le cose nella maniera più oggettiva possibile.
Allora Van Vieng è un bellissimo posto, delle montagne calcaree stupende ricoperte di vegetazione fino in cima, delle grotte veramente spettacolari e un fiume che passa ai piedi della montagna.
Ti accorgi subito appena arrivato che il posto è un po’ turistico, pieno di bar e ristoranti ovunque.
Prendiamo dei bungalow di legno e bambù,che danno proprio sulle montagne e su un affluente del fiume.
Poi andiamo in città e ci accorgiamo che qualcosa di strano c’è…
É pieno di turisti, soprattutto americani e inglesi in giro, oltretutto mezzi nudi (non è una cosa da farsi in Laos, non piace alla popolazione locale), ma soprattutto i turisti stanno soprattutto in alcuni bar.
Tutto il giorno.
Svaccati sui divanetti.
Con la televisione accesa.
Sguardo fisso.
A guardare Friends in divvuddì.
E non scherzo…..
In questi bar puoi trovare infatti, per ogni succo o frappé, la variante happy
Happy sta per: condito con oppio, maria e funghi…se va bene…se va male possono tranquillamente essere metanfetamine cucinate chissà dove e come e con cosa…
Insomma stai in uno dei posti più belli del mondo, con farfalle e piante e paesaggi e montagne incredibili, con insetti che fanno rumori assordanti tipo quando Ben sposta l’isola…
Ma tu no, tu stai al bar a vedere Friends che nemmeno ha fatto mai ridere nessuno, tant’é che al bar nessuno rideva, solo sguardo fisso e vitreo…
E la sera? Discoteca….
Ma porcaputtana!!! Vieni nel Laos a rompere i coglioni con le tue stesse abitudini di merda che hai nel tuo schifosissimo paese? Sei un cliché del cazzo, sei già routine, hai stancato, sei tuo padre in pantofole che beve birra e guarda il calcio, ma almeno tuo padre non rompe i coglioni!
Spero almeno che l’happy frappé ti bruci così tanto il cervello da renderti nulla.
Tutto questo fa venire una tristezza cosmica, ma la tristezza dura poco, sostituita dalla consapevolezza che l’uomo è fatto per estinguersi, alcuni più in fretta di altri.

Advertisements
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

5 Responses to turismo insostenibile

  1. anonimo says:

    viva la pantofola!!!
    altrimenti detta ciavatta

  2. anonimo says:

    ahò, te cercava spizzetti…
    è preoccupato…je manchi…senza de te la sua vita è vuota…
    pensa che ieri s’è chiesto i documenti da solo per riempire il vuoto che hai lasciato…

  3. HisashiMitsui says:

    allora possiamo finalmente dire che ti sei fatto piú in laos? ahahahahah

  4. cheo says:

    Mitsui, hai presente i dinosauri? Penso che si siano estinti a causa di uno pterodattilo che faceva battute del genere….

  5. sosetta says:

    Houellebecq de ‘noattri.
    🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s