Mina

Sul cellulare ce l’ho registrata ancora come RobertaMina.
Oggi si è laureata.
Sono passati degli anni da quando suonavamo assieme.
Roberta ha una voce potente e all’epoca reinterpretavamo a modo nostro pezzi di musica leggera italiana.
Ma tutt’ora credo che la voce non la tirasse fuori appieno.
Non come poi ha fatto in un progetto successivo molto figo i "Forget about Mario", di cui ho parlato anche qua e qua.
Ora Roberta torna su in Romagna.
E spero non smetta di cantare, sarebbe un peccato.
Mi mancano molto le serate a suonare.
Così per non pensarci sono tornato nell’ufficetto di quindicimetriquadrisenzafinestre con Fisso che osserva attentamente i miei movimenti al pc.
Senza capirci un cazzo.
Un giorno gli darò una testata molto forte sul setto nasale.
All’improvviso.
Semplicemente mi girerò di scatto, lo guarderò dritto negli occhi e gli dirò: "là ca ti partu ‘e conca".
E per la sua cartilagine sarà già troppo tardi.

un ciddì (crepi l’avarizia, oggi due): la biblioteca deserta – EP (faro records, 2009)
link:
official
link: myspace

Advertisements
This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s