mare

La prima cosa che voglio fare appena torno da mamma Sardegna per le santissime festività, subito dopo aver preso a calci in culo un amico, è andare al mare.

Sto seguendo un corso di nuoto, da un paio di mesi. L’idea è quella di implementare i miei orizzonti natatori, cercando di non limitarmi al solo stile “Boa di segnalazione” o “Cagnolino morto”.

Il primo insegnante che ho avuto, per due lezioni, era abbastanza bravo, abbastanza tecnico, e apparentemente con esperienza.

Purtroppo ha dovuto cedere il posto ad una sua collega, che per contro è decisamente bona.

Pure E è d’accordo, ma non può lamentarsi, è stata sua l’idea della piscina…

La parte più bella della lezione sono gli ultimi 15 minuti.

Abbiamo boicottato il programma dell’insegnante obbligandola a insegnarci a tuffare.

C’è una frazione di secondo, poco prima di toccare l’acqua, nella quale l’immagine del mare è così forte che mi sembra di sentire la salsedine.

In realtà odio la piscina e la puzza di cloro che mi lascia addosso.

Quando torno da mamma Sardegna, voglio andare al mare, per spiegargli che non lo sto tradendo.

un ciddì: ciccone youth – the whitey album (1988)

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

One Response to mare

  1. Pingback: gambe rana | ch3o

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s