etna

Vacanze finite.

Per la prima volta dopo anni sono riuscito a fare 15 giorni di ferie consecutivi.

Senza PC.

Ho mangiato, dormito, bevuto, etc.

Ho letto 4 Urania comprati a 1 euro l’uno nella freschissima Terni.

Ho letto pure “Uomini che odiano le donne”.

Niente, non capisco il clamore mediatico per un banalissimo thriller, comunque mi ha fatto passare tre giorni.

Altri tre giorni me li ha fatti passare uno dei posti più belli che abbia mai visto in assoluto.

L’Etna.

La montagna che cambia forma in una notte.

Ho visto un sacco di roba, compresi i monti Sartorius, in compagnia di un Etneo feroce, verace, amante della montagna come pochi ne conosco.

E devo dire che mi ha trasmesso un sacco del suo entusiasmo.

Poi ho rivisto Palermo, flagellata dall’afa e dalla puzza di diossina della discarica che bruciava già da una settimana.

Poi ho mangiato un sacco di roba buonissima, la gran parte delle quali cucinate dalla suocera, che non vi dirò che altrimenti sbavate sulla tastiera e non è bello.

Ora sono pronto.

un ciddì: david lynch – crazy clown time (Sunday best recording/ Play again Sam, 2011)

No, non lo sapevo che il mio regista preferito dopo Cronenberg fosse pure musicista solista (e non solo in compagnia di Badalamenti), e allora? Mi volete fucilare? Recupererò, anzi lo sto gia facendo, così per la prossima interrogazione prenderò otto.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

2 Responses to etna

  1. Pingback: passaggio | in 3D!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s