Geoff Farina – Viterbo, allimprovviso, 24-10-2011

Per carità, lo ammetto, il folk non mi è mai piaciuto, nemmeno nelle sue varianti più appetibili.

Ma sentire Geoff Farina ha un’altro sapore.

Poi i Karate li ho consumati, quindi alla voce ero particolarmente legato.

Arriva zitto zitto, si mette a suonare, poche parole di presentazione dei pezzi, poi solo voce e dita sulla chitarra.

Pezzi di immagini, ma nessun richiamino alla nostalgia fortunatamente (visto che i brani già di per se hanno una carica emotiva abbastanza importante).

Ho apprezzato fino il fondo il suo modo di toccare la chitarra, la potenza del silenzio tra una nota e l’altra e soprattutto la sua voce che sembra non poter essere fatta per nessun altro tipo di musica tanto è un tutt’uno con la chitarra acustica.

Tutto questo forse sarebbe molto meno entusistico se non avessi mai sentito i Karate.

link: allimprovviso

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s