noia

La sera ogni tanto cerco la noia.

Un affrancamento dalla giornata di lavoro.

Un sentimento sconosciuto da ormai tre mesi.

Una routine.

Come la corsa 3 volte alla settimana un classico che mi fa riprendere e mi fa ricordare di essere ancora un essere umano.

Come la birra fresca quando torno a casa.

Ogni tanto, se non esco, pure qualche film la sera, con impegno del film inversamente proporzionale all’impegno della giornata.

Per esempio ieri che ho avuto una giornata di quelle in cui  penso spesso “ma perchecazzononhofattolidraulicocheaquestorasareiricco”  ho deciso di vedere “A-team”. La verità è che la giornata era stata così brutta che quasi gli ho perdonato di aver fatto una stronzata del genere. No, non ho detto che mi sia piaciuto, ho detto che quasi li ho perdonati.

L’altro giorno ho visto un vecchio noir con Alain Delon e Gianmaria Volonté, “I senza nome”. Questo invece lo riguarderei duecento volte.

Poi un giorno che ero molto stanco ho visto “Io, Robot”. A parte la pubblicità delle converse e dell’audi il film è una merda che in comune col libro ha solo il titolo.

un ciddì: jamie lidell – compass (Warp, 2010)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Kinshasa. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s