varie

Correre mi riconcilia col posto.

Uno dei pochi momenti in cui posso stare solo con la musica.

Ho caricato l’mp3 con pezzi che non ascoltavo da tempo:

come Lateralus dei Tool;

come Wow dei Verdena;

come Cose che cambiano tutto di Diego Mancino;

e con i migliori album che ho sentito quest’anno:

come Hesitation Marks dei Nine Inch Nails, sempre uguale sempre geniale, stessa struttura dei brani,  sorprese dietro l’angolo, nascoste, ma mai le stesse e mai dietro lo stesso angolo;

come Random Access Memories dei Daft Punk, la svolta epocale e un album bellissimo;

come Ormai dei Fine Before You Came, stesso album del primo, stesse emozioni, grande compagnia.

come Quintale dei Bachi da Pietra, un album che mi ha investito sulle striscie pedonali.

Alla fine della corsa, con l’umidità che fa qua, la mia maglietta è da buttare, e io sono felice.

Prima di partire per il Congo avevo deciso di investire in un e-reader. Si, si, pure io sono feticista dei libri, pure a me piace il profumo della carta, ma le chiacchere si riducono di molto quando devi preparararti i bagagli per andare a vivere per un anno altrove e il peso è limitato e sai che difficilmente troverai qualcosa da leggere all’arrivo.

Certo, magari capita, a volte che le piccole formichine veloci (tipo quelle che in Sardegna chiamiamo “Luggiana”), trovino accesso nella porta USB e decidano di aver trovato un ottimo posto dove traslocare il nido con tutte le uova. Così può succedere che l’e-reader inizi a cambiar pagina da solo. Così ti ritrovi in aeroporto a passare il tempo a scuotere l’e-reader per far uscire un paio di centinaia di formiche e uova con grande curiosità generale.

Con un libro normale probabilmente non sarebbe successo…

Passato il pericolo sto leggendo due libri in parallelo:

Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austin;

Orgoglio e Pregiudizio e Zombie di Seth Grahame-Smith e Jane Austin;

Finora sono arrivato ad un terzo circa, ma devo dire che il secondo ha migliorato notevolmente il piattume del primo.

Un po’ come quando aggiungi all’acqua tonica il gin.

La stagione delle piogge sta cominciando in anticipo quest’anno, il frescolino imprevedibile sta lasciando spazio all’afa rassicurante.

un ciddì: nine inch nails – hesitation marks (Columbia, The Null Corporation, 2013)

link: official.

Advertisements
This entry was posted in Kinshasa. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s