lo so io lo so

Sono stato in camping, ma questa volta per diletto.

Siamo stato in posto carino in riva al fiume, Bambo Lumene.

Pace, silenzio, natura, acqua che scorre, questo è quello che sentiresti prima dell’arrivo di sciami di inglesi, francesi e americani.

Sono anziano ve l’ho già detto? Non capisco questi finti-giuovani d’oggi. Vanno fuori Kinshasa per fare le stesse cose che farebbero a Kinshasa. Con l’aggravante che il fattore rompimento di coglioni è molto amplificato.

Finti-giuovani perché parliamo comunque di miei coetanei o quasi, gente che inizia a fare i conti con capelli bianchi, capelli pochi, pancetta e sveglia alle sette.

Vi faccio qualche esempio pratico, perché altrimenti sembro solo un vecchio in fila all’ufficio postale.

Sul fiume puoi fare il bagno.

Ti puoi gettare nelle rapide e uscirne duecento metri più a valle.

Puoi farlo agevolmente buttandoti da un albero.

Puoi divertirti senza scassare i coglioni a nessuno!

E allora perché buttarsi da un ponte tibetano riducendolo a brandelli e rendendo difficile il passaggio a tutti?

Lo so io lo so.

Perché ascoltare con l’aipod la stessa musica di Kinshasa?

Lo so io lo so.

Perche cazzo ti sei portato un fottuto bongo di merda se non ci sai appoggiare le mani sopra da sano figuriamoci da ubriaco?

Perché portarsi una chitarra in campeggio se non sai nememno accordarla?

Perché, visto che non hai la scusante ormonale dei diciassette anni?

Lo so io lo so.

Si chiama Paura del buio e del silenzio.

Troppo tardi, dovevi farci i conti da piccolo.

Sei nell’età ormai in cui potresti non essere più sorpreso della facilità con cui un bongo e una chitarra e un aipod possano entrare agevolmente nel tuo corpo attraverso uno dei tuoi orifizi e starci belli comodi.

Così almeno risolveresti i problemi della custodia.

Ah, ti svelo un segreto, la prossima volta che vai in campeggio, ricordatelo che la luce elettrica potrebbe non esserci, visto che sei a 200 chilometri dalla città e sei in Congo, quindi magari una torcia potresti pensare a portarla, visto che ti sei ricordato di portare il ketchup per il barbeque. Ti potrebbe per esempio agevolare nella ricerca notturna dei molari tra l’erba.

un ciddì: justice – access all arenas (Ed Banger, 2013)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Kinshasa. Bookmark the permalink.

One Response to lo so io lo so

  1. ch3o says:

    … del resto chi poteva immaginarselo che le lampade solari IKEA da tavolo sarebbero state un tantino scomode.
    Z.S.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s