motto

La mia sopravvivenza e la mia sanità mentale sono spesso aiutate da dei motti, delle frasi. A volte sono pezzi di canzoni, a volte qualcosa che ho letto in un libro.
A volte semplicemente delle stronzate.

Il motto del momento è “fino ad esaurimento scorte”.

Non so per quanto tempo starò in Congo, senza dubbio fino a giugno.
Ma non ci passerò più cinquemesifilati.
Me lo devo.

Sto iniziando a simpatizzare con i gattini che vengono a casa miagolando richieste di un po’ di pesce.

Sto iniziando a capire molto meglio le piante che iniziano ad avvizzire per mancanza d’acqua nelle zone meno indispensabili.

Sto iniziando a provare empatia per i cellulari quando iniziano ad emettere luci rosse imploranti di avere un sorso di corrente elettrica.

Ma il mio odio per il genere umano senza se e senza ma, senza sesso e senza razza, incrementa paurosamente.

Quindi direi che il tempo è maturo per andarmene qualche settimana in un posto dove sia un po’ più semplice fare tutto.

Ricaricherò, vizierò le mie papille gustative rattrappite, camminerò fino a farmi venire le vesciche.

Cercherò si passare almeno un giorno con meno gente possibile attorno.

unciddì: the wrens – seacus (Grass records, 1996)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s