rubik

Il famoso studioso Otto Von Varhen, nel 1878 dimostrò con un celebre esperimento che la percezione comune riflette il vero.

Ponendo la questione: Anche i ricchi piangono? [Gianbastiano] [Non so]

ai cittadini sopra i 65 anni di Hessalden, ottenne il 99% di Gianbastiano.

lo studio é disponibile ancora oggi  tradotto in codice binario alla pagina 1010011010 di televideo.

Dopo uno degli ennesimi fallimenti lavorativi, tempo fa,  ho parlato col capo.

Capo, mi spiace, ci ho provato, ma mi sa che non ci sono tagliato.

Ti dispiace di cosa?

Di non aver fatto bene il mio lavoro…i risultati non arrivano.

Secondo me tu fai molto bene il tuo lavoro. Fai solo un errore gravissimo: Cerchi di applicare la logica in un paese dove la logica non esiste e quindi non funziona, e ti attendi risultati su questa base.

Il tempo é passato. I risultati continuano a non arrivare, il malditesta avanza, io continuo a perseverare nel mio gravissimo errore, chissà se Alice nel paese delle Meraviglie si sentiva così.

Credo di avere lo stesso tipo di paura che hanno i carcerati quando stanno per uscire dopo 30 anni di galera. Ritrovarsi disadattati nel mondo reale. Se applicassi la mia maniera di lavorare attuale fuori di qua, sarei preso per malato mentale grave. O per uno che  sta prendendo per il culo pesantemente.

Ieri mentre lavoravo poco e male ho visto con la coda dell’occhio qualcosa che mi ha disturbato. Qualcuno domenica ha pensato bene di imboscarmi gli occhiali, quindi ho dovuto strizzare gli occhi per focalizzare la cosa grigia che si arrampicava sull’armadio. Un grazioso ratto con tipica nonchalance si é imboscato in uno scatolone sull’armadio. Lo scatolone é stato preso, aperto e il ratto prontamente bastonato fortissimo sulla testa.

Quando parlo con alcune persone che conosco, mi sento in colpa quando percepisco il loro entusiasmo per tutto quello che vedono, sentono, mangiano in Congo, mentre io resto assolutamente impassibile.

Come dice l’Orco D. (grandissimo amico, anche in 3D) recentissimamentemente divenuto Babbo,  io non posso avere il mal d’Africa perché io Sono il mal d’Africa.

Sono cintura nera di cinismo.

Ho bisogno di musica.

E di acquavite.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s