desto

Mi sono svegliato verso le 2 stanotte.

Credo fossero le 2, non voglio mai verificare l’ora quando mi sveglio nel cuore della notte con l’agitazione.

Mi sono svegliato perché ho sognato che dovevo lavorare a stretto contatto con qualcuno che come animale domestico aveva una scolopendra gigante proprio come questa, ma molto più gigante, lunga un metro e larga una decina di centimetri che gli scorrazzava da capo a piedi tutto il tempo. Ogni volta che la scolopendra mi sfiorava io mi paralizzavo di terrore.

Non ricordo assolutamente che faccia avesse la persona, ne se fosse uomo o donna, ricordo solo il terrore.

Mi ha sempre affascinato il fatto che l’uomo abbia delle paure ancestrali dei terrori innati.

Per me sono la scolopendra, la forficula, scivolare e l’aspirapolvere.

Mi ha sempre affascinato ma un po’ meno alle due del mattino.

Così mi sono rimesso a leggere finché non mi si sono richiusi gli occhi.

un ciddì: goatsnake – black age blues ( Southern lord records, 2015)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s