Jona

Jona é un cacciatore.

Di quelli seri.

Jona passa 11 mesi in Congo di cui 10 nella foresta ad insegnare a organizzare le pattuglie contro i bracconieri, quelli seri cattivi, che con i kalashnikov vanno a caccia di elefanti e di ippopotami.

Per fortuna i rinoceronti in Congo sono gia praticamente estinti, così non li caccia nessuno.

Jona nella foresta caccia per cibarsi, perché deve passare lunghi periodi lontano dai villaggi e dagli approvvigionamenti. Ovviamente non caccia roba protetta, ma tipo toponi, antilopi e roba che si trova facilmente e abbondantemente.

Jona sa cacciare con arco, frecce, fucili e lance e coltelli e forse pure col ditone del piede.

Jona una volta l’anno torna in Svezia.

In Svezia Jona ha una casetta in mezzo alla foresta e passa buona parte del tempo a cacciare.

Caccia Daini e Renne, e se dovesse passare, pure babbo natale.

Così l’altra sera ha preparato per noi daino e renna.

Non avevo mai mangiato daino e renna e di certo non pensavo di poterne mangiare in Congo…ciao ciao filiera corta.

Un po’ invidio Jona, che se ne sta sempre nella foresta, un po’ forse, ma non troppo.

Mi piacerebbe passare una decina di giorni di pattuglia con  lui.

Spero che la prossima volta mi faccia assaggiare babbo natale.

Ah la mia valigia é arrivata dopo due giorni.

Kinshasa 1 – Roma 0

un ciddì: liars – mess (Mute, 2014)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Kinshasa and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s