installo

Mentre cerco casa sto a casa di T. Una casa fichissima con i pavimenti in legno, tutta decorata con motivi tradizionali, che però se ti cade una pallina da tennis in soggiorno la devi recuperare in bagno, in quanto non sono proprio a livello.

Nel fine settimana ho bighellonato e guardato case possibili.

Bighellonare è quanto di meglio mi riesca.

Ho provato a studiare un po’ di amarico con un enorme successo.

In sole due settimane ho imparato a dire: si, no, grazie, buongiorno.

Ma non so scriverli.

Sabato sono stato in un clubbino di musica Etiope molto figo dove suonavano assieme tre generazioni di musicisti.

Emozione forte.

Ieri sono stato in una bettolaccia e ho evitato per un pelo di fare a botte con due ubriachi.

Ci si diverte insomma.Oggi sono venuto al lavoro in metro. La prima metro africana.

Iperpiena, ma niente che non abbia gia visto a Roma alle sette del mattino dal lunedi al venerdi. Spero che i Romani non vengano mai a sapere quanto è costata la metro di Addis e quanto tempo c’é  voluto per farla. Potrebbero offendersi.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s