capogira

Il mio nuovo capo è una capa.

É in gamba. Abbiamo avuto una settimana piena di riunioni e nonostante fosse lavoro mi sono pure divertito.

Si occupa di diversi paesi, il capo, e dell’Etiopia si occupa da tanto.

La capa mi lascia carta bianca, è contenta di come lavoro e mi dice di andare avanti.

Però mi pare che questi due mesi passati ad Addis non abbia fatto chissà che.

Più che altro è che dopo tre anni di repubblica democratica del congo (soprattutto democratica) i problemi di lavoro più difficili qua assumono la consistenza di una loffa.

A proposito di loffe. Il pane locale lo Injera è molto buono e nutriente, non ha glutine, possono mangiarlo pure i celiaci ma in compenso fa scorreggiare tanti litri che potrei coprire agevolmente il mio fabbisogno energetico.

Quindi magari di solito evito di mangiarlo prima delle riunioni importanti.

Il progetto che seguo ha un sacco di soldi, sto pensando di comprare un kit per convertire le loffe in energia se avanzano i soldi.

Ho due sedie a casa ora.

Da giardino.

In bambu.

E un tavolino coerente.

Pur sempre un inizio.

un ciddì: bathory – blood fire death (1988)

link: wikipedia

perchè mi girano le palle

 

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s