dossi

Sono dovuto tornare in Italia, la settimana scorsa.

Ci sono stati dei dossi da rimuovere lungo la strada che hanno costretto a rallentamenti.

Ma rallentando la tartaruga trovò un bosco di carote e un mare di gelato.

Ne ho approfittato per bere birra artigianale, mangiare maiale appena macellato, comprare un paio di arresoglias.

Poi sono tornato in Etiopia, con un computer tutto nuovo, una trentina di film dell’orrore nuovi di zecca, un paio di jeans da 10 euri, e due valigie piene di cibo e di chiavi inglesi.

Così ora ho tutto l’occorrente per sedermi buono buonino e aspettare la moglie E.

Ajoooo, muoviti!

un ciddì: coil – the new backwards (2008)

un horror: Amer (Cattet, Forzani – 2009)

 

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s