L.

I biscotti Atene nella scatola di latta da inzuppare nella frollata.

I brugnoli, il sacripante, il cinghiale in salsa di vino.

Una pelliccia scura che mi metteva sopra le coperte quando avevo la febbre.

Le Zenith che probabilmente il tabaccaio portava solo per lei, fumate fino a pochi giorni prima di andarsene.

La settimana enigmistica, ogni settimana, compilata con la penna cancellina, fino a poco tempo prima di andarsene.

I gialli mondadori, a montagne, a tonnellate.

Un libro che le ho preso in prestito a otto anni. Racconti horror presentati da Hitchcock, il mio primo amore verso il genere che non ho mai abbandonato.

Un ironia spigolosa e un humor nero che mi vanto di aver ereditato.

Le lunghe camminate a passo svelto.

La partecipazione a tutti i funerali con la sua vecchia amica, come se fosse un lavoro, divertendosi in realtà un sacco,

Il rossetto, la cipria e i profumi.

L’affetto dei suoi ex alunni a distanza di decine d’anni.

Il “Maestra” prima del cognome con cui viene sempre identificata, un mestiere a cui ha dedicato quarant’anni.

I racconti di quando raggiungeva a dorso d’asino i paesi della Sardegna dove lavorava.

La libertà che ci ha insegnato senza dircelo.

L’appellativo  ‘Piromane” che mi ha assegnato da bambino, quando davo fuoco coi fiammiferi a tutto il possibile.

La Tenacia e La Forza.

Il mandare affanculo chiunque le andasse, senza troppi fronzoli, quando veramente la pazienza era colma.

Se n’é andata veloce allo stesso passo con cui camminava, senza darmi la possinilità di salutarla.

Ho solo avuto il tempo di dirle che un batterista punk sarà presto qua.

Era contenta.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s