Pianti e sollievi

Quando stai a lungo lontano, in posti a te non familiari, devi adattarti alla mancanza, devi convivere con la malinconia, devi sopportare il malcontento.

Poi torni a casa con la fretta di recuperare il tempo perso.

Anni in cui il pif se la tira e il dropbox resta vuoto.

Così attacchi il torrent e scarichi tutto quello che non potevi scaricare gli anni scorsi.

I Baroness per esempio.

E li divori come divoravi i libri da adolescente.

E li ascolti più volte con le lacrime di rabbia per esserteli persi negli anni scorsi, ma col sollievo di vedere quanti album ti mancano da ascoltare.

Solo il pecorino può mancarmi così tanto.

Resta il vuoto del pogo da colmare. Ho paura che prima o poi succederà che mi troverò in mezzo a sedicenni urlanti ad un concerto punk e alla fine del pogo ci sarà tanto sangue.

unciddì: baroness – blue record (Relpsed, 2012)

link: wikipedia

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s