un po’ di merda per tutti

Dunque:

The OA (serie): Da vedere, bellino fatto bene anche se un po’ telefonato…

The circle (film): Crudele, minimale, dinamiche psicologiche un po forzate ma da vedere

Kill list (film): Gli inglesi ci stanno dando una pista sui film horror. Non riusciamo a stare al passo non ci sono cazzi. Questo film é una bomba.

Horseman (film): non sarebbe neanche brutto, ma ci sono talmente tante scene che ti gridano su come andrà a finire che la suspence si trasforma in gonadismo. Da vedere nei tempi morti.

Primal Scream – Chaosmosis (album): Mai stato un loro fan. E non mi conquisteranno certo con quest’album. Manco gli Europe nella reunion sono arrivati a tanto. (bleah!) Dopo tre canzoni avevo le palle talmente gonfie che sono riuscito a fatica a premere il tasto Delete della mia tastiera.

clipping. – Splendor & Misery (2016): Mai stato un fan dell’hip-hop, nella mia classifica personale viene dopo il balletto. Ma clipping. é da ascoltare. Non avevo mai sentito nulla del genere.

Saul Williams – The Inevitable Rise and Liberation of NiggyTardust! (2007): Simile che per clipping. quest’anno li ho scoperti e me li metto in playlist. Questo si vede che é più legato avecchie cose, ma se ne esce congran stile.

un ciddì: rhys chatam – an angel moves too fast to see (Table of Elements, 2002)

link: wikipedia

 

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s