cerchi

Ci sono mattine in cui non esco dalla macchina se prima non é finito il pezzo che sto ascoltando. Per rispetto. Me l’ha insegnato un amico tempo fa.

Stamattina, arrivato nel parcheggio sotterraneo ho desiderato stare li tutta la mattina ad ascoltare i wilco. Si non sono il miglior gruppo del pianeta,  ma ci sono momenti perfetti per i wilco.

Tipo stamattina.

Ieri mi sono bevuto via il fegato a furia di negroni e vodka, ho sparato cazzate, ho riso, ho bevuto via un po’ di tristezza.

Esattamente come fanno le persone mature.

Ho il terrore quando mi ubriaco di mandare o inoltrare whatsapp alle persone sbagliate tipo al capo. Tipo che so rocco che s’incula qualcuno, cosette così che ci scambiamo solo con un numero ristretto di genti serie.

No, non é successo. Ma mi viene il dubbio la mattina dopo, quando apro tremante le chat.

Stamattina infatti ero molto bellino, c’é voluta un’oretta per ricordarmi il mio nome.

Circa dieci minuti per preparare la caffettiera.

Altri dieci per lavarmi via la faccia da ubriaco.

Vorrei tenere gli occhiali da sole per lavorare al computer.

un ciddì: chrysta bell & david lynch – this train (La Rose Noir, 2011),

link: youtube

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s