Bob✂️Marley

Una delle cose più fighe di Addis Abeba era la statua di bronzo di Bob Marley in mezzo a una delle rotonde più trafficate.

Poi come sempre succede, nottetempo, l’amministrazione cittadina ha segato in due Bob Marley (letteralmente e tristemente come in un numero da prestigiatore riuscito malissimo), con tanto di scintille e effetti speciali e la rotonda è stata rimpiazzata da quattro solidi semafori.

Le ragioni per eliminare le rotonde in realtà ci sono a josa, semplicemente non si sanno usare.

Non ho mai visto tanto traffico alla rotonda come ad Addis.

Non ho mai visto un vigile urbano regolare il traffico della rotonda come ad Addis.

Non ho mai visto una rotonda regolata da semafori come ad Addis.

Insomma, gli automobilisti faticano a comprenderne il meccanismo, e del resto succedeva pure a Viterbo.

La logica applicata alla regolazione dei semafori mi appare però oscura.

187 secondi di rosso Vs. 20 secondi di verde.

Questo certo facilita la lettura dei whatsapp al volante, ma guai a distrarsi, perché se non passi entro i venti secondi poi devi aspettare tre minuti…

Quindi non mi pare che i semafori siano particolarmente risolutivi del traffico, no. E nemmeno troppo sicuri visto che prima che il verde scatti le macchine sgasano come a le mans e partono sgommando.

Ma la cosa più triste di tutte é Bob segato in due dopo appena due anni di gioiosa presenza.

Rastafari.

un ciddì: dope body – lifer (Drag city, 2014)

 

Advertisements
This entry was posted in Addis Ababa, Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s